martedì 12 marzo 2013

[Aromi] The Perfumer's Apprentice


Continuo la mia personale "saga" delle recensioni di aromi concentrati: dopo le verdeggianti valli degli aromi FlavourArt e le brumose brughiere dei Totally Wicked, le esotiche spiagge di Atmos Lab e i nebbiosi vicoli di Decadent Vapours, sono approdato ai lussureggianti lidi di The Perfumer's Apprentice (di cui spero di assaggiare in futuro ancora altri aromi!).

Nota: "The Perfumer's Apprentice" e "The Flavor Apprentice" (e le rispettive sigle TPA e TFA/FA) rappresentano marchi commerciali della stessa azienda; pertanto, a prescindere dal marchio e dal logo riportato sulle boccette, i prodotti sono sempre gli stessi. Oggi (2018) gli aromi concentrati destinati allo svapo sono tutti commercializzati dalla casa madre con il marchio "The Flavor Apprentice", ma poiché il produttore permette ai distributori di reimbottigliare gli aromi, è possibile trovare in commercio boccette con il marchio originale "The Perfumer's Apprentice".

IMPORTANTE: Tutte le informazioni e le recensioni pubblicate qui di seguito sono state raccolte nell'arco di diversi anni (a partire dal 2013); pertanto alcune notizie potrebbero risultare oggi datate e non più accurate, ed alcune recensioni possono essere basate su hardware oggi non più attuale.  


Ricordo, come sempre, che la recensione di un aroma non può essere obiettiva o universale, in quanto i gusti sono personalissimi e l'hardware utilizzato influenza pesantemente la resa aromatica finale; poiché non posso testare gli aromi con tutti gli hardware, ne devo necessariamente scegliere uno: di conseguenza, l'aroma che a me, con l'HW di riferimento, può sembrare mediocre, ad altri, con altri HW (e altre papille) può sembrare eccellente.
Si prega inoltre di leggere anche le note "operative" alla fine del post.

EDIT 14/08/2013: Aggiunti 13 nuovi aromi (Absinth, Hazelnut Praliné, Koolada, Lemon, Marshmallow, Mary Jane, Pear, Ripe Banana, RY4 Asian, Toasted Almond, Tobacco Absolute, Tobacco Extract e Tobacco Flavour).
EDIT 24/11/2013: Aggiunti 10 nuovi aromi (Apple candy, Gingerbread, Green apple, Holiday spice, Irish cream, Juicy peach, Orange cream, Piña Colada, Smooth e Vanilla cupcake).
EDIT 07/03/2014: Aggiunti 5 nuovi aromi (Cubano Type, Flue Cured Tobacco, Grape, Mild Black, Red Type Blend).
EDIT 05/07/2014: Aggiunti 13 nuovi aromi (Acai Berry, Boysenberry, Cappuccino, Ethyl Maltol, Guaiacol, Hawaiian Punch, Hazelnut, Raisin, Quince, Sour Malic Acid, Strawberries & Cream, Sweet Cream, Tobacco Happy Hit).
EDIT 01/10/2014: Aggiunti 10 nuovi aromi (Bavarian Cream, Cinnamon Red Hot, Cinnamon Spice, Creme de Menthe, Dragonfruit, Guava, Huckleberry, Peach, Vanilla Custard, Vanilla Swirl).

EDIT 24/12/2014: Aggiunti 8 nuovi aromi (Black Honey, Blueberry, Crust, Graham Cracker, Lychee, Molasses, Pecan, Whipped Cream).
EDIT 05/05/2018: Aggiunto 1 nuovo aroma (Western Flavor).


The Perfumer's Apprentice è una notissima casa americana, che produce alcuni tra i migliori aromi in commercio. Famosissima per l'Assenzio e per gli estratti di tabacco (Tobacco Absolute e Tobacco Extract, oggi non più in commercio), annovera nel suo catalogo tantissimi altri aromi, non tutti disponibili in Italia o in Europa.
Personalmente, ritengo TPA una delle migliori case produttrici di aromi da svapo, anche se in alcuni casi la loro origine americana rende il loro gusto troppo distante dal nostro.

NOTA sulla maturazione


Per la mia esperienza personale, 48 ore di maturazione sono sufficienti per i fruttati e gli assenzi, mentre i tabaccosi richiedono circa 1 settimana; gli aromi cremosi e dolci, soprattutto quelli contenenti vaniglia e cannella richiedono una maturazione molto lunga (almeno 1 mese, meglio 2) per esprimersi al meglio.

------------------------------------------------------
Le condizioni di test, per tutti gli aromi, sono state:
* Base utilizzata (PG/BG/H2O): Per i tabaccosi, base ricca in PG (60/40/0 o 65/35/0); per i dolci e fruttati, base ricca in VG (40/60/0).
* Concentrazione aroma: 4% (1 goccia per ml), se non specificato altrimenti
* Nicotina: da 0 a 4,5 mg/ml
* Hardware utilizzato: a seconda dell'anno di pubblicazione delle recensioni; nel 2014: Elips-c con atom standard NR e batteria eGo standard con atom "c" LR o Clearomizer Vision CC o CS3 bottom coil (per gli assenzi); nel 2014:  eVic, in dripping con Vision Eternity o atom 510 HH Cisco; nel 2018: atom GSTank di Eleaf con testine in kanthal da 1,5 ohm.
------------------------------------------------------


Tipo: Liquoroso/Aromatico - Aromi principali: Anice stellato
Metodo di preparazione: l'aroma concentrato è stato preventivamente diluito in Alcool alimentare al 25%; è possibile anche usare il PG al posto dell'alcool, ma l'Absinth 4x è solo parzialmente solubile in PG, sicché l'aroma tende a rimanere separato dalla base.
L'aroma così diluito è stato quindi miscelato al 4% in una base di PG (60%) e VG (40%); dopo una maturazione di 1 settimane, l'aspetto è perfettamente omogeneo, il colore è trasparente.
Allo svapo, come prevedibile l'aroma che immediatamente si avverte sin dal primo tiro è l'anice stellato; però l'aroma è morbido, non aggressivo, piuttosto fresco, addirittura dolce. L'esperienza di svapo è completa: solide note di testa, caratterizzate dal sentore di anice stellato, seguite da fresche note di cuore tendenti al gusto di menta verde; il retrogusto in espirazione è infine caratterizzato da un sentore di erbe aromatiche, che lasciano sulla lingua una sensazione fresca e vagamente amarognola. A wattaggi medio-alti, il gusto è meno bilanciato, l'anice si fa più aggressivo e persistente, il fresco della menta si stempera in note dolci. Il gusto non è meno buono: è solamente diverso, e può certamente incontrare il gusto di chi ama l'anice.
Consigli d'uso (personale): Da aggiungere ad aromi fruttati dolci (amarena, pera, banana).
Giudizio personale: ECCELLENTE (per mix).


Tipo: Fruttato
La bacca di Acai è un frutto dall'aspetto simile al mirtillo tipico del sudamerica; non ho mai assaggiato queste bacche, quindi non posso dire quanto l'aroma TPA sia fedele al frutto. Il gusto dell'aroma è mediamente dolce e piuttosto delicato (tanto da consigliare un dosaggio un po' superiore al canonico 4%); è un curioso mix tra lampone e chewingum alla fragola; ma all'esalazione presenta un retrogusto ed una persistenza piuttosto secca, che lascia un certo pizzicorino alla base della lingua. Nel complesso, il gusto è molto buono, resiste egregiamente alle alte temperature e si presta ottimamente ad essere miscelato con menta o mentolo; da solo, invece, forse non è un gusto memorabile, che spinga a fare un ordine dai pochi siti che lo vendono.
Giudizio personale: MOLTO BUONO


Tipo: Correttore - Aromi principali: ???
All'olfatto, dalla boccetta, si nota immediatamente un odore un po' alcoolico di arachidi (con una punta di miele, che però non si ritrova poi nel vapore). Allo svapo l'aroma è molto delicato, leggermente amarostico sulla lingua, come di ginger (non ho detto "zenzero" perché ricorda più le bevande tipo ginger...). In inalazione e soprattutto in espirazione presenta nitide note "nutty", che rappresentano la struttura portante dell'intero mix, arricchite da un vago retrogusto acidulo che conferisce spessore all'insieme. Richiama un po' il MTS Vape Wizard di FA, ma è più armonico e soft.
DOSAGGIO: quando l'ho testato da solo, miscelato al 4%, non ho rilevato un aroma particolarmente forte (com'è giusto per un correttore). Però quando l'ho usato in mix, ad un dosaggio veramente minimo (solo 3 gocce su venti ml!) ho constatato che ha un sapore veramente caratteristico, per cui è sempre immediatamente riconoscibile nel mix. Non che sia cattivo, tutt'altro; però non riesce a "fondersi" con gli altri ingredienti, "salta fuori" subito al primo tiro.
Per spiegarmi meglio, se avete tre tabaccosi diversi che necessitano di avere più spessore, e usate l'acetyl-pyrazine in tutti e tre, probabilmente vi ritrovereste con tre liquidi che più o meno hanno tutti un sapore simile.
Forse la soluzione ideale sarebbe fare come con il Black Sesame: diluire l'aroma nel PG, in ragione di 5 gocce per ml, e poi usare la soluzione come se fosse un correttore concentrato (1%-1,5%).
Giudizio personale: OTTIMO (per mix).


Tipo: Dolce
Speravo di sentire il sapore di quelle mele caramellate che vendono nei mercatini nel periodo di Halloween; ma invece il gusto è completamente diverso, di mela c'è poco quanto niente, sembra piuttosto di mangiare una caramella gommosa alla mela.
Non dico che in sé l'aroma sia cattivo: tutt'altro; è dolce senza essere stucchevole, con una interessante punta asprigna (tipo mela smith) che si fa più evidente ad alti wattaggi. Però, per me, non è "Apple Candy"...
Giudizio personale: DISCRETO


Tipo: Dolce
Gusto deciso e cremoso, che lascia un gradevole retrogusto dolce sulla lingua. Oltre al sapore di fondo della crema, è caratterizzato da una punta leggermente speziata che dà carattere all'insieme. Resiste piuttosto bene agli alti wattaggi, perdendo però di cremosità ed evidenziando la componente speziata, che si arricchisce ulteriormente di una gradevole punta bruciacchiata, rilevabile soprattutto in esalazione.
Giudizio personale: MOLTO BUONO


Tipo: Dolce - Aromi principali: Cialda; sciroppo d'acero.
Il "Belgian Waffle" che TPA ha cercato di racchiudere in questo aroma è un dolce (anche da colazione) tipicamente americano, formato da una cialda cotta in un'apposita piastra (similmente alle "gaufres" belghe o alle "ferratelle" abruzzesi) e abbondantemente innaffiata da sciroppo d'acero (ma si insaporiscono un po' con tutto).
L'odore è burroso e lievemente alcoolico, con una punta acidula; il liquido, se lasciato immobile a lungo, può formare cristalli sul fondo, che si disciolgono nuovamente agitando energicamente la boccetta.
Allo svapo, la prima impressione è di canfora (che probabilmente vorrebbe essere sciroppo d'acero), seguito dal gusto della cialda, dolce sulla punta della lingua, ma secco in inspirazione; il tutto è accompagnato da un aroma acidulo e alcoolico (sempre probabile componente dello sciroppo d'acero) che fa da fil rouge all'intero svapo. I vari aromi tendono a fondersi meglio tra loro a wattaggi più elevati (9W), evidenziando piacevoli note amarostiche.
Molto interessante da assaggiare, ma non è un aroma memorabile... Probabilmente a noi italiani può dire poco un aroma ispirato ad un dolce diffusissimo solo negli USA.
Consigli d'uso (personale): Base ricca in VG, aroma al 4%, nicotina zero.
Giudizio personale: DISCRETO


Tipo: Fruttato - Aromi principali: Amarena.
Come per la fragola, anche in questo caso l'origine sintetica dell'aroma fa sì che al primo tiro la mente associ il gusto non alla vera amarena, ma piuttosto alla farcitura all'amarena del croccante (o altri dolci e gelati industriali); ciò non toglie che -in confronto con analoghi aromi di altri marchi, inclusa FA- l'aroma TPA esca vittorioso su tutti i fronti. Il sapore è convincente, ben caratterizzato, dolce senza essere stucchevole. Regge piuttosto bene anche a wattaggi medio-alti (fino a 8W), poi perde di spessore. Come in molti fruttati dolci, il gusto acre della nicotina crea una fastidiosa distonìa aromatica che fa perdere di armonia al gusto complessivo.
Il profumo del vapore espirato è così buono e convincente da riscuotere il plauso anche di amici e familiari!
Consigli d'uso (personale): Base ricca in VG, aroma al 4%, nicotina zero.
Giudizio personale: OTTIMO


Tipo: Dolce
Dopo aver assaggiato, un po' di tempo fa, il "Black Honey Tobacco" (di cui invito a leggere la premessa), in cui non ho avvertito alcuna componente tabaccosa, ero curioso di assaggiare questo "Black Honey", per vedere quali differenze ci fossero: praticamente nessuna. Lo stesso gusto di miele millefiori, con un vago retrogusto che ricorda alla lontana l'anice; il bouquet è globalmente più dolce (delicatamente dolce, non stucchevole) rispetto alla versione "Tobacco": qui si evidenzia una nota blandamente dolce (e piuttosto insulsa) di camomilla, che nel Tobacco manca, ma in linea generale la differenza tra i due aromi è minimale.
Giudizio personale: DISCRETO


Black Honey Tobacco
Tipo: Dolce - Aromi principali: Miele, Anice.
Qui è necessaria una piccola premessa. Il "Black Honey" è un miele molto scuro tipico di alcune zone degli USA (e dell'Inghilterra) che viene prodotto da api che si nutrono del nettare dei fiori di grano saraceno e fallopia ("falso bamboo"); ha un colore molto scuro e un'alta viscosità, come di melassa; e ha un sapore piuttosto floreale e caratterizzato da un retrogusto simile alla menta.
Questa premessa spiega come mai, sin dalla prima "sniffata" dalla boccetta, io abbia rilevato un sentore di anice: il profumo floreale e di menta del miele nero (a noi praticamente ignoto) è molto simile all'aroma ben conosciuto dell'anice (però non dell'anice stellato della Sambuca, diciamo dell'anice verde).
Allo svapo, le note di testa di questo aroma sono quindi (per il nostro olfatto "europeo") più di anice che di miele, impressione confermata anche in aspirazione e dal retrogusto in espirazione; indubbiamente il miele è presente, ma è un miele non particolarmente dolce, quasi speziato, assomiglia ad un miele millefiori arricchito da una nota di anice verde, che permane in modo avvertibile sulla base sulla lingua dopo lo svapo. La componente tabaccosa, se presente, è scarsamente avvertibile. All'aumentare della potenza erogata (7/8W) il gusto diventa più dolce ed armonico, sempre caratterizzato da un vago sentore di anice. L'aroma resiste bene senza apprezzabili perdite di tono anche a wattaggi elevati (10W e oltre), arricchendosi di una leggera nota acidula.
L'aroma non sembra aver bisogno di particolare maturazione (dopo 24 e 48 ore il sapore è identico); mi riservo di modificare questa indicazione se, dopo lunga maturazione, dovessero apparire le note tabaccose di cui finora non ho trovato traccia nell'aroma.
Consigli d'uso (personale): Base ricca in VG se si vogliono evidenziare le componenti dolci, o ricca in PG per dare risalto al gusto dell'anice; aroma al 4%, nicotina a piacere (0-18mg).
Giudizio personale: BUONO


Tipo: Correttore - Aromi principali: Sesamo nero tostato
Attenzione! Allarme rosso! Quando si apre la boccetta, tutti in casa lo sapranno... Già dall'odore molto penetrante e persistente si intuisce che il dosaggio di questo aroma deve essere molto leggero. L'aggiunta di una sola goccia in 10ml conferisce al mix un nitidissimo sentore di sesamo tostato, un gusto scuro, decisamente "nutty", che tende a coprire gli altri ingredienti.
Ma questo sentore "nutty" così deciso non ha niente a che fare con nocciole, arachidi, mandorle o altri frutti a guscio tostati: il sesamo è molto più legnoso e pesante, e non particolarmente gradevole.
Consigli d'uso (personale): Sinceramente, non sono riuscito a trovare un dosaggio "giusto", tale da arricchire un mix senza stravolgerlo. Probabilmente la cosa migliore sarebbe diluire l'aroma nel PG, in ragione di 5 gocce per ml, e poi usare la soluzione come se fosse un correttore concentrato (1%-1,5%). Tende ad impestare l'atom, ed anche le boccette usate per le miscele.
Giudizio personale: Sarà pure DISCRETO (al dosaggio giusto), ma se ne può fare a meno.


Tipo: Fruttato
Un altro aroma americano che soccombe davanti alla qualità italiana. Questo mirtillo di TPA non è nemmeno paragonabile a quello di FlavourArt: è poco definito, poco incisivo e soprattutto poco realistico. Manca del tutto la nota asprigna che caratterizza il mirtillo; si percepisce solo una nota tendenzialmente dolce, invero piuttosto gradevole, che però non si riesce a riconoscere come mirtillo.
Giudizio personale: DISCRETO


Tipo: Fruttato
La "Boysenberry" (Bacca di Boysen) è un curioso incrocio tra lampone, mora e altre due bacche di origine americana. La versione TPA ha un gusto molto intenso (tanto da consigliare un dosaggio ridotto, max 2-3%). Il sapore richiama chiaramente i frutti di bosco, ma con un netto accento aromatico, quasi di bergamotto, che rimanda ad aromi da profumeria. Non è particolarmente dolce, anzi, le componenti asprigne ed amarognole tendono a prevalere, "pizzicando" sulla lingua durante il tiro e lasciando un persistente retrogusto amarognolo alla base della lingua. In verità la sensazione di svapo ricorda il sapore (invero non gradevolissimo) che si avverte se inavvertitamente una goccia di profumo va a finire sulla lingua. Svapato da solo non è granché, ma si sposa discretamente con il mentolo, per chi ama i fruttati freschi.
Giudizio personale: DISCRETO


Tipo: Bevanda
Per essere un aroma americano, non è male, anche se sembra un po' incompleto, nel senso che sembra semplicemente un aroma al caffè. Il caratteristico gusto amaro del caffè c'è, ed è piuttosto realistico (non aspettatevi certo un espresso italiano...), però non si avverte la componente morbida del latte, al di là di una vaga nota dolce che arrotonda le asperità del caffé. A wattaggi medio-alti acquisisce una nota bruciacchiata che potrebbe piacere ad alcuni, ma se si esagera con i watt sembra di bere il caffé di una caffettiera dimenticata sul fuoco.
Giudizio personale: DISCRETO


Tipo: Dolce
Il profumo è dolce e intenso, e ricorda le Tic-Tac o le Brooklyn gusto Cinnamon; anche durante il tiro e lo sbuffo, il naso e la lingua sono pervasi da un profumo di caramella alla cannella, dolce, quasi per niente piccante. Ma il problema di tutti gli aromi alla cannella è presente anche qui: la totale assenza di corposità dell'aroma, che al momento dell'inalazione perde di ogni gusto.
Rispetto alla cannella della Atmos, questa è più dolce e rotonda, non ha punte amare o eccessivamente piccanti, ed è anche più realistica; e quindi si presta benissimo per un uso in mix, anche se la carenza di corposità sconsiglia di svapare questo aroma da solo.
Giudizio personale: MOLTO BUONO (in mix)


Tipo: Dolce
Temevo che questo aroma fosse praticamente un duplicato del "RedHot", ma invece è completamente diverso. Le note di cannella sono ovviamente quelle dominanti, ma sono affiancate da un sentore caldo, profumato, anche un po' pesante; nel naso sembra bergamotto, o un'altra essenza "da profumeria" (mi ricorda alcuni tabaccosi che non sono riuscito ad identificare); mentre all'inalazione ricorda alcune erbe aromatiche da cucina. Questo sentore, accostato al gusto intenso della cannella, tende a stridere un po': l'abbinamento è quanto meno originale, a dire poco, ma riesce a risolvere in parte il problema della scarsa corposità della cannella, dando maggior spessore al gusto al momento dell'inalazione e dell'esalazione, soprattutto a wattaggi medi e alti.
Giudizio personale: DISCRETO




Tipo: Bevanda
La versione TPA del liquore preferito da Hercule Poirot sembra promettere bene, a giudicare dal profumo di menta ed erbe arricchito da un delicato sentore alcoolico. Il sapore è sorprendentemente fedele, caratterizzato da una netta preponderanza di menta verde, moderatamente fresca (niente di esageratamente glaciale) e arricchita da delicate sfaccettature di erbe officinali; il tutto è ammorbidito da un gusto morbido e dolce di toffee. In effetti, ricorda molto il "Minty the Toff" di T-Juice, da cui si differenzia perché la Creme de Menthe è più equilibrata e più resistente agli alti wattaggi, ma è meno burrosa del T-Juice. Allo svapo, la componente alcoolica non è avvertibile.
N.B.: Questo è un aroma che merita tanta, ma proprio tanta VG: almeno il 60%, se volete godere appieno del gusto fresco e morbido.
Giudizio personale: OTTIMO


Tipo: Dolce
Mi aspettavo un semplice gusto di crosta di pane, e invece questo aroma ha un bouquet originale e complesso, in cui la componente tostata è presente, ma non è dominante. Si avverte anche un dolce gusto di vaniglia, e una nota dal gusto pieno e leggermente burroso; solo a temperature più alte le note dolci e burrose si affievoliscono, lasciando in primo piano un più realistico gusto di crosta di pane. Tutto considerato, questo aroma Crust non è granché se svapato da solo, ma sembra molto interessante per le sue potenzialità in mix.
Giudizio personale: DISCRETO


Tipo: Tabaccoso
E' un tabaccoso molto particolare, originalissimo, che colpisce immediatamente per una nota di terra umida, un sentore di foglie di tabacco bagnate, che di primo acchito può non risultare particolarmente piacevole (o, per lo meno, può non piacere ad alcuni); preciso che comunque questo sentore di "umido" tende ad attenuarsi molto entro una settimana di maturazione. Sia durante il tiro che sbuffando si percepisce un curioso aroma un po' verde e un po' amarostico; tanto che quasi sorprende in esalazione un inaspettata nota tabaccosa, maggiormente evidente a wattaggi più alti, che in qualche modo riscatta lo svapo e rende questo aroma "piacevolmente sgradevole". Sembra una contraddizione in termini, ma secondo me, nello svapo, una nota stonata, quasi sgradevole, innestata su un aroma originale ricorda moltissimo il fumo analogico. Personalmente non ho mai fumato un vero Cubano (e a questo punto dubito fortemente che ciò accadrà mai...), ma questo aroma sembra in effetti richiamare un vero sigaro, non troppo amaro (anzi, con una punta quasi dolce sulla lingua). Altra caratteristica -piuttosto rara- di questo aroma è che rende al meglio proprio ai massimi wattaggi, quando libera tutto il proprio potenziale "fumoso" e amarostico, rendendolo quindi una ottima scelta per gli amanti del wattaggio estremo.
Giudizio personale: BUONO


Tipo: Dolce - Aromi principali: Cioccolato amaro.
Il liquido nella boccetta appare marrone scuro, tanto scuro da risultare opaco anche controluce. L'odore è eccezionale: di cioccolato amaro di alta qualità (tipo Lindt 75%). Allo svapo, però, non mantiene completamente le promesse... Pur presentando un gusto deciso e ben caratterizzato, l'aroma non convince fino in fondo chi, come me, è un goloso di cioccolato "solido". A wattaggi bassi si riconoscono nitidamente le note amare del cacao di buona qualità, con una punta di burrosità che addolcisce l'insieme; sulla lingua e nel naso l'aroma è molto piacevole, ma poi si perde quasi completamente nell'inalazione e nella successiva espirazione.
L'aroma rende al meglio a wattaggi medio-alti (8-9W), risultando più armonico e mantenendo una sufficiente "cioccolatosità" anche in espirazione; oltre i 9W il gusto si arricchisce di una nota tostata e vagamente asprigna che non giova al bouquet.
Nel complesso, è comunque un aroma di altissimo livello, anche paragonato al Cioccolato DKS (ugualmente godibile e intenso, ma un po' più dolce) e al Cioccolato FA (più blando, e tendente al "polveroso" se si aumenta la percentuale di aroma).
Attenzione: i gusti cioccolatosi, così come i nocciolosi, sono molto persistenti sull'atom!
Consigli d'uso (personale): Base ricca in VG, aroma al 4%, nicotina media (0-9mg).
Giudizio personale: MOLTO BUONO


Tipo: Tabaccoso - Aromi principali: Tabacco da sigaretta, Cannella
Tabacco aromatico, dolce (ma non dolciastro); in primo piano presenta note di cannella, che cedono il passo in espirazione ad un aroma di mela, con una piccolissima nota di vaniglia appena avvertibile. Un gusto morbido e ben equilibrato che potrebbe però non reggere a livelli di nicotina superiori ai 6mg.
Consigli d'uso (personale): Base ricca in PG, aroma al 4%, nicotina moderata (0--6mg).
Giudizio personale: MOLTO BUONO


Tipo: Fruttato
Una punta dolce sulla lingua durante il tiro fa da contrappunto ad un gusto più nitido e secco, esotico e vagamente agrumato, che si rivela al momento dell'aspirazione e dello sbuffo; in esalazione, alla base della lingua si avverte un pizzicore leggermente "pepato", piuttosto persistente, che completa il bouquet di questo aroma assolutamente originale, complesso e sfaccettato. Le componenti secche si fanno più evidenti a wattaggi più alti, combinandosi ancora meglio con il gusto della nicotina, tanto da rendere questo aroma uno dei pochi fruttati adatti anche a livelli importanti di nicotina.
Giudizio personale: MOLTO BUONO


Tipo: Dolce - Aromi principali: Dulce de Leche
Il "Dulce de Leche" è una specie di panna cotta, dal sapore simile al mou, ottenuta mediante riduzione a fuoco lento di latte zuccherato, eventualmente aromatizzato; è un dolce comune in Spagna, nell'America Latina e nella cucina Tex-Mex.
Aprendo la boccetta, si sprigiona un odore gustosissimo, di mou e galatine al latte: da mordere! Ma purtroppo, poi, le promesse non vengono mantenute... L'aroma non è particolarmente dolce né burroso, risulta anzi piuttosto secco ed amarostico alla base della lingua. Non è possibile riconoscere nell'aroma il gusto del latte o del mou, nemmeno a wattaggi molto bassi. Solo dopo lo svapo, quando ormai si è persa ogni speranza di sentire l'aroma desiderato, ci si accorge di avere sulla lingua un sapore di... dulce de leche! Praticamente, è un aroma... a scoppio ritardato!
Consigli d'uso (personale): Base ricca in VG, aroma al 4%, nicotina zero.
Giudizio personale: MEDIOCRE




Tipo: Correttore
L'Etilmaltolo viene venduto da TPA sotto forma di cristalli, che possono essere disciolti in PG o alcool per un più agevole utilizzo. Si suggerisce una diluizione al 10% (1 parte di cristalli, 9 parti di PG puro) per ottenere una sorta di "aroma concentrato" da utilizzare in percentuali ridotte nei mix. Lo scopo dell'etilmaltolo è di dare maggiore corposità al gusto, ma senza stravolgerlo, per cui si consiglia di aggiungere l'etilmaltolo diluito ai mix inizialmente in percentuali molto basse (intorno allo 0,5%) per poi eventualmente aumentare il dosaggio in seguito.
Il sapore dell'etilmaltolo -a detta di tutti gli esperti- è dolce, tendente allo zucchero filato; certamente questa componente è presente, ma personalmente ci sento delle spiccate componenti bruciacchiate e "fumose", a cui devo essere particolarmente sensibile, perché mi risultano più evidenti delle componenti dolci. Potremmo quindi definire il sapore dell'etilmaltolo uno "zucchero filato bruciacchiato"...
Un paio di esempi di eliquids commerciali che sicuramente contengono etilmaltolo sono il Bebeca di Atmos e il Tribeca di Halo. La funzione dell'etilmaltolo è quello di arrotondare le asperità di un tabaccoso troppo ruvido, dandogli corposità e un tocco "fumoso" (che talvolta alcuni definiscono impropriamente "crosta di pane" a causa del gusto bruciacchiato). Comunque, nulla vieta di usarlo anche per aromi non tabaccosi, anche se io non l'ho mai provato.
Giudizio personale: ECCELLENTE (per mix)


Tipo: Tabaccoso
E' un tabaccoso amarostico e profumato, in verità non particolarmente realistico, arricchito da una punta un po' speziata e piccante, simile alla cannella, che si ritrova anche nel vapore esalato. Sullo sfondo si percepisce anche una nota più profumata e legnosa (che secondo me contribuisce a rendere l'aroma un po' artificiale) che ricorda l'M-Type, soprattutto in esalazione. Il bouquet è intenso e stabilissimo, incredibilmente invariante a qualunque wattaggio, il che lo rende adatto anche a chi è abituato a livelli importanti di nicotina e rincorre un hit poderoso senza voler rinunciare all'aroma.
Giudizio personale: DISCRETO


Tipo: Dolce
Non sono proprio un dolce tipicamente italiano, ma gli omini di pan di zenzero più o meno li conosciamo tutti (almeno... di vista!). Allo svapo, l'aroma è complesso, vi si riconoscono molti ingredienti. A bassi wattaggi spicca su tutti la cannella, che forse è il gusto più immediatamente riconoscibile; a wattaggi medio-alti (~8W) il gusto si fa più bilanciato: si nota un aroma di pasta da forno, la necessaria punta di zenzero (non più di una punta), e un pizzico di noce moscata. Tra zenzero e cannella, il gusto è piacevolmente piccantino sulla lingua, quindi non sembra adatto ad un uso all-day-long. Come anche l'Holiday Spice, il Gingerbread è un ottimo aroma da pausa relax, soprattutto sotto Natale. Merry Svapochristmas!
Giudizio personale: MOLTO BUONO


Tipo: Dolce
Ho letto che la storia dei Graham Crackers è molto curiosa, in quanto furono inventati nell'800 da un pastore presbiteriano che era convinto che mangiare cibi insipidi aiutasse a tenere sotto controllo gli... appetiti carnali Si tratta di biscotti fatti essenzialmente da farina di grano, crusca e germe di grano (bleah!), che oggi sono quasi sempre farciti con miele, marmellata o creme varie.
La versione TPA del Graham Cracker non tradisce la tradizione: ha un gusto burroso e sapido, non particolarmente dolce; si evidenzia, soprattutto in esalazione, una componente tostata, di prodotto da forno, che ben si sposa con la nota più dolce che prevale invece durante il tiro. Ha un'ottima resistenza alle alte temperature: il gusto, invece che indebolirsi, si rafforza e acquisisce corposità. Il Graham Cracker è sufficientemente buono e complesso da essere gustato anche da solo, ma da il meglio di sé come base per mix a base di gusti nocciolosi e burrosi.
Giudizio personale: MOLTO BUONO


Tipo: Fruttato
Ha un gusto particolare e piacevole, anche se in verità non è molto fedele. E' dolce e rotondo, e molto saporito. Forse svaparlo da solo non è il massimo, gli manca qualcosa: ma si sposa benissimo con l'assenzio e con la menta fresca (un po' meno con il mentolo, che pure è un buon abbinamento). Inoltre, sorprendentemente, è piuttosto hittoso, specie a wattaggi medi e medio-alti; anche se è meglio non superare i 9W se si svapa da solo, perché il gusto tende a modificarsi: rimane gradevole ma diventa ancora meno fedele.
Giudizio personale: DISCRETO


Tipo: Fruttato
L'aroma purtroppo non è convincente e risulta piuttosto artificioso; in esalazione la mela si avverte un po', sotto forma di retrogusto, ma è sempre accompagnato da note amarostiche e "finte" che rendono poco godibile lo svapo. NB: l'aroma sembra molto concentrato ed è facile eccedere con il dosaggio; nel test il mix è stato fatto inizialmente al 2% (1 goccia in 2ml), e poi portato al 4%, ma i risultati sono stati ugualmente poco soddisfacenti.
Giudizio personale: MEDIOCRE


Tipo: Correttore
Più che un aroma da svapo, questo è da considerarsi un correttore, da utilizzarsi per irrobustire aromi (per lo più tabaccosi) caratterizzati da scarsa personalità. L'odore non è dei più invitanti: ha un sentore intenso, artificiale, quasi di medicinale. Allo svapo, durante il tiro e allo sbuffo quasi non si avverte alcun sapore (è logico: è un correttore); mentre in esalazione si avverte -ma più blandamente- l'aroma "di medicinale" avvertito nel profumo. Per quanto la descrizione che ne ho dato finora non inviti certo a provare il Guaiacol, riesco a comprendere la sua funzione: questo correttore riesce a dare quella persistenza amarostica alla base della lingua (tipica di numerosi tabaccosi TPA) che fa scattare l'associazione mentale con il tabacco analogico. L'importante è rimanere molto bassi con il dosaggio: io, per effettuare il test, l'ho miscelato al 4%, ma rimanendo entro il limite dell'1% si dovrebbe riuscire a dare un tocco analogico ad un tabaccoso troppo dolce o insulso. Chiarisco comunque che la sensazione non è veramente analogica, come quella che può dare per es. il Tobacco Extract: si rimane comunque nei limiti di un gusto di natura chimica.
Giudizio personale: MEDIOCRE


Tipo: Fruttato
Premetto di non aver mai mangiato un guava (si, il nome è maschile...), quindi mi posso solo limitare a descrivere le mie sensazioni di svapo.
L'odore del concentrato è a dir poco inquietante, caratterizzato com'è da una spiccata componente amarognola che contrasta con un'altrettanto intensa componente acidula. Svapandolo, però, l'aroma rivela un'insospettabile anima tropicale: non è certo dolcissimo, e mantiene sempre una gradevole componente acidula, ma il gusto di base è morbido e solare, e sembra una via di mezzo tra mango, ananas e frutto della passione (quast'ultima componente è la più persistente dopo l'esalazione). A wattaggi più alti tende all'amarostico, quindi consiglio di svaparlo a temperature fresche.
Giudizio personale: MOLTO BUONO




Tipo: Bevanda
Un mix molto estivo tra cui spiccano ananas, fragola e frutti tropicali (e forse una punta di cocco). E' piuttosto dolce, ma non stucchevole, se non si eccede con il dosaggio. Il gusto è molto fedele ai frutti a cui è ispirato, e questo non sorprende, dal momento che contiene alcuni dei cavalli di battaglia di TPA. Forse non è adatto a chi svapa a livelli di nicotina elevati, ma resiste piuttosto bene alle alte temperature, per essere un frutato. Non lo definirei un aroma da svapo all-day-long, ma se passate un'oretta a bordo piscina, non c'è niente di più adatto di questo Hawaiian Punch.
Giudizio personale: BUONO


Tipo: Dolce
La nocciola è resa fedelmente, ha un gusto tostato leggermente dolce, che rende molto bene anche allo sbuffo. Nessun retrogusto rancido o stantìo, come mi è invece capitato di sentire in alcuni aromi concorrenti. Il suo "sweet spot" è intorno ai 7,5W: al di sotto, pur rimanendo molto realistico, il gusto non è molto intenso; mentre a wattaggi superiori la componente dolce tende a prendere il sopravvento, e la parte tostata si riduce notevolmente. Credo che aggiungendo un buon cioccolato e una spruzzata di Sweet Cream TPA possa venirne fuori un'ottimo Nutella.
Giudizio personale: OTTIMO


Tipo: Dolce - Aromi principali: Caramello, frutta secca.
Mmmmh… Che buon profumo dolce di caramello e frutta secca… Da mangiarselo! Il gusto risulta dolce anche allo svapo: durante il tiro si percepisce un aroma burroso e un po' alcoolico (come di rum per dolci), mentre la frutta secca è poco avvertibile, se non a potenze molto ridotte (~6,5W). Buono, ma mi sarei aspettato qualcosa di più.
Giudizio personale: BUONO


Tipo: Dolce/Speziato
Anice. Il primo pensiero quando lo si svapa è: Anice. Però poi nei tiri successivi si rimane sorpresi di scoprire che l'anice non è poi tanto forte, è morbido e dolce (è anice verde, o aneto) e forse è alleggerito anche da una punta di liquirizia; poi spuntano chissà da dove delle note speziate (che a leggerle in una recensione fanno storcere il naso: pepe nero, cardamomo, zenzero) che rimangono però discretamente in sottofondo, arricchendo l'aroma senza aggredire i sensi. Sotto la spinta di qualche watt in più, le spezie si fanno più presenti, rubando un po' della scena all'anice, sempre però garantendo un buon equilibrio tra gli ingredienti, anche a temperature abbastanza alte (ma non altissime). Non sarà forse un aroma da svapo continuativo, e -data la complessità del bouquet- non appare nemmeno adatto ai mix, ma è certamente un ottimo aroma da pausa-relax.
Giudizio personale: MOLTO BUONO


Tipo: Aromatico/Speziato - Aromi principali: Menta, Marrubio
Il Marrubio, o Robbio (in inglese, Horehound) è un'erba utilizzata per tisane e caramelle balsamiche. Il profumo sprigionato dalla boccetta è di anice e liquirizia; allo svapo restituisce un gusto fresco, quasi di menta (non mentolo), che permane a lungo sulla lingua e in gola anche dopo lo svapo. E' un aroma curioso, inusuale, in cui si riconoscono anche vaghe note di liquirizia e anice, ma sono solo un sottofondo. Ricorda le caramelle balsamiche alle erbe, di quelle che si trovano in farmacia o in erboristeria. Svapabile con gusto anche a nicotina zero; eccellente con basse gradazioni di nico (max 6mg).
Consigli d'uso (personale): Base ricca in PG, aroma al 4%, nicotina moderata (0--6mg).
Giudizio personale: BUONO


Tipo: Fruttato
Il profumo del concentrato è indubitabilmente fruttato, anche se descrivere a che cosa assomiglia è impresa ardua… Si riconosce un odore simile al lampone, con un accento più dolce che richiama la fragola, che fanno da sfondo ad un sentore intenso, tendente all'acidulo, quasi sgradevole all'olfatto. Allo svapo la componente acidula si trasforma in un gusto secco e citrico, che ricorda alla lontana il limone verde, non sgradevole ma così intenso da coprire quasi del tutto la componente più dolce e fruttata. Nel complesso è un gusto originale e particolare che può piacere a chi ama i frutti di bosco in tutte le loro declinazioni. Personalmente penso che da solo questo aroma sia un po' strano, anche perché tende ad acquisire un retrogusto amarostico, come se fosse sovradosato, anche al dosaggio standard di 1 goccia per ml; però questo Huckleberry sembra avere enormi potenzialità se usato in mix: può infatti riequilibrare una ricetta troppo dolce, o aggiungere uno "zing" ad un mix alcoolico o mentolato.
Giudizio personale: BUONO (da solo) / MOLTO BUONO (in mix)


Tipo: Dolce
Come gusto non è niente male, è morbido, "pannoso", dolce; però si sente un po' troppo il caramello (che invece dovrebbe rimanere in sottofondo) e soprattutto non si sente il whisky. Nemmeno l'ombra. Solo a wattaggi più alti, quando le componenti dolci si attenuano, appare una nota più secca, che comunque non si riesce in nessun modo a ricondurre al gusto del whisky. Insomma, è un gustoso Irish Cream... analcolico!
Giudizio personale: BUONO


Tipo: Fruttato
La pesca c'è, ed è anche piuttosto fedele e dolce; ma non bisogna aspettarsi un concentrato di pesca nettarina: l'aroma è delicato, ed è un po' carente nelle note di cuore e di coda. Insomma, sembra un ottimo ingrediente da mix, stile DKS; ma da solo può essere un po' deludente. E non cercate di portarlo sopra gli 8W, perché non vi seguirebbe.
Giudizio personale: DISCRETO


Tipo: Correttore - Aromi principali: Nessuno
Come si conviene ad un buon correttore, questo aroma praticamente non ha un gusto suo proprio, al di là di una vaga nota leggermente dolce avvertibile sulla lingua durante il tiro. Quando però si aspira, si avverte un'esplosione di freschezza in gola e alla base della lingua, che poi svanisce subito nel nulla all'esalazione. E' come se da un forte gusto mentolato avessero estratto il solo effetto "fresco", eliminando ogni sapore.
Grazie all'assenza di aroma, e alla capacità di mantenere inalterato l'effetto "fresco" a qualunque wattaggio, la Koolada è un correttore estremamente versatile: si può usare per alleggerire un tabacco troppo scuro, per rinfrescare un fruttato o per potenziare un mentolato deboluccio. Si consiglia di non superare il dosaggio del 3%: a dosaggi maggiori, la sensazione fredda non aumenta più e la koolada comincia a "grattare" fastidiosamente in gola; inoltre, mentre a bassi dosaggi la nota fresca esalta gli altri ingredienti, ad alti dosaggi la sensazione fredda tende ad "anestetizzare" le papille, diminuendo la percezione del gusto.
Giudizio personale: OTTIMO (per mix).


Tipo: Fruttato - Aromi principali: Limone.
Uno dei pochi aromi al limone idrosolubili (e quindi adatti allo svapo) in circolazione. L'odore non è dei migliori, è un po' artificiale e ricorda le caramelle industriali al limone. Allo svapo, i timori sono pienamente confermati: è una fedelissima riproduzione svapabile delle caramelle al limone. Forse si potrebbe usare in qualche mix (magari con la fragola, o la crema pasticcera di FA), ma da solo è un po' deludente, anche perché l'aroma regge solo a wattaggi molto bassi.
Giudizio personale: MEDIOCRE.


Tipo: Fruttato
Il gusto è delicatamente dolce, ma non ha carattere; anzi, oserei dire che è piuttosto insulso: sembra di svapare acqua zuccherata con un retrogusto vagamente fruttato. Comparato con l'omonimo aroma della DKS, questo di TPA perde pesantemente su tutti i fronti.
Giudizio personale: MEDIOCRE


Tipo: Tabaccoso - Aromi principali: Tabacco da sigaretta, Agrumi, Sesamo
Tabaccoso scuro, dal gusto deciso ed amarostico; in aspirazione, sulla lingua e al naso, prevale una nota agrumata e secca di bergamotto, che cede il passo in espirazione all'aroma noccioloso del sesamo nero. Ottimo da svapare a zero, e abbastanza robusto da sostenere l'aggiunta di nicotina anche ad alti livelli.
Consigli d'uso (personale): Base ricca in PG, aroma al 4%, nicotina a piacere (0--18mg).
Giudizio personale: ECCELLENTE


Tipo: Dolce - Aromi principali: Zucchero, aroma tostato.
Anche se molti pensano che i Marshmallow siano fatti essenzialmente di zucchero (e quindi dolcissimi), in verità essi contengono in gran parte mais (amido e sciroppo) e gelatina, oltre che zucchero. Inoltre spesso i Marshmallow sono consumati abbrustoliti sul fuoco, che conferisce loro un sapore amarognolo. Non sorprende quindi che l'aroma PA non sia dolcissimo; è certamente dolce, ma delicatamente, e mostra anche una punta aromatica, che farebbe quasi pensare che l'aroma sia stato effettivamente estratto dall'Altea (chiamata in USA "marsh mallow" od originariamente usata per gli omonimi dolci). Il gusto non è molto deciso: è necessario abbondare un po' con l'aroma, almeno 5%; però resiste bene alle alte temperature; anzi, è proprio il tipo di aroma che si impreziosisce proprio se svapato a wattaggi "importanti".
Giudizio personale: BUONO


Tipo: Tabaccoso - Aromi principali: Tabacco da sigaro, erbe aromatiche
Qui devo fare un po' uno sforzo di memoria… :P  L'odore dell'aroma puro non sembra male, ricorda abbastanza l'originale. Al primo tiro, a wattaggi medi (~8,5W) la sensazione è strana, il gusto è di erbette secche, e si ha l'impressione che... non siano le erbette giuste: si sente un po' di alloro, un po' di salvia, per certi versi (molto blandamente) richiama lo Zen Garden di FA. Il pizzicorino alla base della lingua (anzi, su tutta la lingua) e il leggero "grattare" in gola però promettono bene, e ricordano l'originale, anche se -come era ragionevole supporre- l'illusione non è completa. Comunque, ogni tanto, quando magari si pensa ad altro e non ci si concentra totalmente sul gusto, l'associazione con l'originale scatta; e in ogni caso, per chi ama i gusti secchi, lo si può considerare un buon tabaccoso aromatico, soprattutto se svapato a wattaggi alti (~10W) e una buona dose di nicotina.
Giudizio personale: DISCRETO


Tipo: Correttore - Aromi principali: Mentolo
Gusto molto fresco, non amaro ma nemmeno dolciastro; è evidentemente edulcorato, ma non tanto da alterare i sapori. Potenzia l'hit anche a basse gradazioni di nicotina, ma non bisogna eccedere con la dose, altrimenti il mentolo tende a coprire l'aroma principale: già 2-3 gocce per 10ml (~1%) sono sufficienti per "rinfrescare" un aroma senza coprirlo.
Buono anche da svapare puro, al 2% max: dopo lo svapo, lascia una gradevole sensazione di fresco in bocca ed in gola; e lascia anche un'avvertibile "traccia" mentolata sull'atom, il che torna utile per testare come potrebbe cambiare un certo aroma se corretto con il mentolo.
Consigli d'uso (personale): aggiungere 1 goccia su 10ml per "alleggerire" un gusto troppo scuro; 2 gocce su 10ml per "rinfrescare" un aroma; 5 gocce su 10ml per svaparlo puro.
Giudizio personale: OTTIMO (per mix).


Tipo: Tabaccoso - Aromi principali: Tabacco da pipa, Vaniglia
Un tabaccoso stile pipa, morbido, aromatico, addolcito da una nota di vaniglia, che si avverte soprattutto ad atom caldo e nel vapore esalato; ed un tocco di cioccolato, appena accennato ma sufficiente ad impreziosire il bouquet. L'aroma acquisisce spessore all'aumentare della temperatura (il massimo lo raggiunge intorno ai 10W); inoltre, a dispetto del gusto aopparentemente delicato, lega bene con la nicotina, permettendo quindi di abbondare un po', se necessario.
Giudizio personale: MOLTO BUONO.


Tipo: Dolce
Un altro aroma ispirato ad un alimento tipicamente nordamericano, quasi sconosciuto da noi. La melassa è nota per la sua spiccata dolcezza (più dello zucchero raffinato), ma in questo aroma di dolcezza se ne sente ben poca; il gusto è certamente dolce, ma con una nota caramellata che ricorda un po' la liquirizia. In verità è gradevole, allo svapo, ma un po' deludente: non è un aroma in grado di stupire nemmeno lo svapatore più inesperto.
Giudizio personale: MEDIOCRE


Tipo: Fruttato - Aromi principali: Limone, soda.
Nota: Questo aroma è stato rinominato "Citrus Punch Flavour".
Già all'olfatto, odorando la boccetta, si riconosce il profumo delle caramelle gommose al limone; non ho mai assaggiato la vera Mountain Dew (bevanda in lattina venduta in USA), ma probabilmente è fatta con gli stessi aromi "citrici" usati nelle nostre gommose. Allo svapo, l'aroma non è troppo dolce; al contrario, è fresco e frizzante, con note agrumate di limone ben presenti. A wattaggi più elevati rivela componenti amarostiche che non giovano al gusto complessivo (ma ad alcuni possono piacere).
Un aroma estivo, divertente, da svapare a zero, su una base molto ricca di PG; è un gusto che permette di "resettare" le papille gustative, per poi assaporare meglio i tabaccosi con nicotina. Veramente gustoso.
Consigli d'uso (personale): Base ricca in PG, aroma al 4%, nicotina zero.
Giudizio personale: OTTIMO.


Tipo: Fruttato/Dolce
Domina questo aroma -prevedibilmente- un gusto d'arancia, che però -altrettanto prevedibilmente- non è molto convincente, sa un po' di caramella all'arancia; il tutto mescolato ad un aroma dolce e "pannoso". Nel complesso l'aroma è piacevole, ma nulla di più; e sempre che lo si svapi a bassi wattaggi (max 7,5W) altrimenti perde di consistenza.
Giudizio personale: DISCRETO


Tipo: Fruttato
Non è certo il miglior aroma alla pesca che abbia mai assaggiato (la stessa Juicy Peach TPA è meglio di questa): ha un gusto caramelloso, con una punta sgradevolmente acidula e non è particolarmente fedele neanche a wattaggi bassi (e sorvoliamo su quelli alti). Forse andrebbe bene per addolcire ed arricchire un mix con un "non so che", ma chi cerca la vera pesca deve guardare altrove.
Giudizio personale: MEDIOCRE


Tipo: Noccioloso
Le noci Pecan, notissime in nordamerica e un po' meno da noi, hanno un gusto leggermente più acidulo delle noci tradizionali; questa acidità si ritrova nell'aroma Pecan di TPA, unito ad una componente più dolce che arrotonda il gusto complessivo. In verità, durante lo svapo, non si riesce a riconoscere un convincente gusto di noce, anche se è rimarchevole la pienezza di gusto dall'inizio del tiro fino al termine dell'esalazione, per cui è un aroma che può essere utilissimo in mix, per dare completezza al bouquet. Dà il meglio di sé a temperature calde, e grazie alla sua componente acidula regge bene anche livelli importanti di nicotina.
Giudizio personale: DISCRETO


Tipo: Dolce - Aromi principali: Arachidi tostate, burro salato.
Aroma estremamente caratterizzato, ma "ondivago". A wattaggi bassi (6.5W), in inspirazione e sulla lingua rilascia un morbido aroma di burro salato (non burro di panna, come quello di FA); invece, in espirazione restituisce un aroma intenso ed amarognolo di nocciole e arachidi tostate; a wattaggi più elevati (8,5W) le due componenti tendono a fondersi insieme, ma si perde la "burrosità". A wattaggi ancora maggiori (10W) l'aroma perde di individualità e spessore.
In definitiva, non è un aroma stucchevole o "grasso" come ci si potrebbe attendere; al contrario, è un ottimo aroma da svapare a zero durante una pausa di relax.
Consigli d'uso (personale): Base ricca di VG, aroma al 4%, nicotina zero.
Giudizio personale: MOLTO BUONO.


Tipo: Fruttato - Aromi principali: Pera.
Aroma dolce e convincente di pera matura; a bassi wattaggi è forse un po' debole nelle note di coda, in quanto all'espirazione l'aroma non è avvolgente ed intenso come durante il tiro; ma ha il pregio di reggere benissimo anche ad alte potenze di svapo (testato fino a 11W), restituendo sempre un aroma pieno e corposo.
E' appena il caso di menzionare che questo aroma è praticamente la scelta obbligata se si vuole svapare un'eccellente Pera Avvelenata
Giudizio personale: OTTIMO.


Tipo: Bevanda
Aroma notevole per l'accuratezza dell'ananas (non certo un aroma facile da riprodurre) e il cocco. Il bilanciamento tra i due ingredienti è perfetto: nessuno dei due riesce a mettere in ombra l'altro. Non troppo dolce, con la quella punta asprigna dell'ananas, è molto gustoso senza essere mai stucchevole. Volendo fare un appunto a questo aroma, comunque, andrebbe ricordato a PA che la Piña Colada non è solo un mix di ananas e cocco: nell'aroma (e anche nel profumo della boccetta) infatti non c'è traccia del rum. Però chi non vuole stare troppo a cavillare apprezzerà senz'altro l'accuratezza dei gusti fruttati e l'elevata resistenza alle alte potenze di svapo. E poi magari ci aggiungerà una goccia del "Rum Jamaica" di FA, oppure il più secco "Whisky 18yo" di Atmos Lab
Giudizio personale: MOLTO BUONO


Tipo: Fruttato - Aromi principali: Prugna
Aroma dolce, non stucchevole, ma assolutamente anonimo e non realistico: ritrovare il gusto della prugna in questo aroma è veramente difficile, anche a bassi wattaggi; aumentando il wattaggio, il già scarsamente riconoscibile aroma si stempera in un vapore vagamente dolciastro ed indefinito. Forse non sono riuscito ad "indovinare" l'hardware giusto, ma il mio giudizio è negativo.
Consigli d'uso (personale): Nessuno.
Giudizio personale: MEDIOCRE.


Tipo: Fruttato
Ha un gusto molto particolare, a metà tra la mela golden e la pera; è caratterizzato da una punta asprigna, ma il bouquet complessivo, soprattutto a temperature fresche, è dolce e vellutato. Già a wattaggi medi, la punta asprigna diventa piacevolmente piccantina sulla lingua, aggiungendo un tocco originalissimo al gusto. Resiste piuttosto bene alle alte temperature: il gusto di base rimane inalterato, ma le componenti asprigne e piccantine diventano molto presenti, e potrebbero non piacere a tutti. Unito ad un ingrediente fresco (menta verde o mentolo) diventa un ottimo gusto estivo, da svapare senza problemi anche tutto il giorno.
Giudizio personale: OTTIMO


Tipo: Dolce/Fruttato
Sono un grande amante dell'uva passa, e questo aroma devo dire che non mi ha deluso, anche se -com'era facilmente immaginabile- il gusto è pesantemente dolce ed intenso, tanto da risultare un po' stucchevole. L'aroma garantisce una buona esperienza di svapo, risultando saporito sulla lingua durante il tiro e garantendo pienezza di gusto allo sbuffo ed in esalazione.A wattaggi più alti assume un tono liquirizioso, che rimanda a sapori d'infanzia e che arricchisce ulteriormente il bouquet, allontanandolo però un po' dall'idea di uva passa.
Giudizio personale: DISCRETO


Tipo: Dolce/Bevanda - Aromi principali: Red Bull.
Nota: Questo aroma, venduto ancora da noi con il nome "Red Bull", è stato rinominato in USA "Energy Drink Flavour".
Non credo che la Red Bull abbia bisogno di descrizioni: se la conoscete, OK, altrimenti... provatela
La boccetta contiene un liquido vagamente rosato, cristallino, che odora vagamente di Red Bull, ma con forti componenti di fragola.
Svapandolo, avviene la magia... L'aroma è estremamente convincente; a wattaggi bassissimi (4,7W) l'impressione è quella di bere veramente una Red Bull, anche se l'hit è praticamente inesistente; aumentando la potenza gradualmente fino ai 9W, l'hit aumenta (ma moderatamente) e l'aroma diminuisce leggermente, ma rimane sempre deciso e convincente. Oltre i 9W le componenti dolci prendono il sopravvento, snaturando l'aroma.
E' certamente un gusto che "regge" bene la nicotina, anche ad alta gradazione, in quanto il sapore della Red Bull lega bene con l'acre della nicotina.
Consigli d'uso (personale): Base ricca in PG, aroma al 4%, nicotina a piacere (0-18mg).
Giudizio personale: MOLTO BUONO


Tipo: Tabaccoso (?)
Nonostante il Red Type sia definito dal produttore un realistico tabacco da sigaretta (vorrebbe forse intendere le "rosse" per eccellenza?), definire questo aroma "tabaccoso" è un azzardo, non potendo ritrovarsi alcuna nota di tabacco nel bouquet; al contrario, il gusto è dominato da una nota profumatissima, intensa ed amarostica, di bergamotto e altri ingredienti da... profumeria. In effetti, rientrando nella stanza dove si è svapato il Red Type si avverte nettamente un odore di profumo maschile. Con una lunga maturazione (15gg) l'aroma migliora un po', diventando più equilibrato, ma questo non basta ad eliminare del tutto il menzionato "effetto profumeria".
Giudizio personale: MEDIOCRE.


Tipo: Fruttato - Aromi principali: Banana.
Il gusto è convincente, dolce e saporito. Alle intense note di testa segue una corposità inusuale per un fruttato di sintesi; anche allo sbuffo e in esalazione l'aroma rimane intatto e gustoso. Sorprendente la resa ad alti wattaggi: solo a potenze altissime (oltre i 10W) il gusto si altera un po', perdendo leggermente di autenticità, ma la struttura aromatica comunque regge piuttosto bene. Forse il gusto della nicotina non si sposa molto bene con questo aroma, per cui si consiglia di svaparlo a zero, oppure con gradazioni basse (max 3-4mg).
Eccellente in mix con assenzio, ouzo, mentolo e menta.
Giudizio personale: OTTIMO.


Tipo: Dolce/Speziato - Aromi principali: Caramello, Chiodi di garofano.
L'aroma non è dolce come ci si attenderebbe; al contrario, sulla lingua e nel naso presenta nitide -ma non invasive- note acidule e speziate di chiodi di garofano (via via più evidenti all'aumentare della potenza), che in inspirazione lasciano il passo a lievissime note dolci-amare di caramello, me poi tornano prepotentemente alla ribalta all'espirazione. La natura speziata dell'aroma si rivela infine nel lieve pizzicorino lasciato sulla lingua dopo lo svapo.
Il gusto deciso ed acidulo garantisce una buona resa anche ad alte potenze (ma oltre i 10W perde di carattere), e si sposa bene con livelli di nicotina anche alti.
Consigli d'uso (personale): Base bilanciata (50/50); aroma al 4%, nicotina a piacere (0-18mg).
Giudizio personale: DISCRETO


Tipo: Dolce/Speziato - Aromi principali: Caramello, Liquirizia, Spezie.
All'olfatto, si riconosce senz'altro il marchio di fabbrica RY4: il caramello, con anche una punta di liquirizia; però ha un profumo dolce e asprigno, quasi di vino bianco. Allo svapo è una sorpresa: un bouquet pieno, complesso e armonico, dominato dal caramello e dalla liquirizia (che tendono entrambi all'amarostico) e da un morbido sottofondo tabaccoso che fa da legante. Il profumo asprigno rimane ben avvertibile, ma solo sono nel retrogusto, al momento dell'esalazione. Il mio timore che il gusto fosse troppo dolce e floreale è stato subito fugato; al contrario, il gusto tenderebbe al secco e allo speziato, se non ci fosse il caramello ad arrotondare il bouquet. All'aumentare dei watt il gusto diventa più definito e secco, la componente tabaccosa è più facilmente riconoscibile, sempre accompagnata dalla liquirizia. Si sconsigliano wattaggi eccessivamente alti o bassi: tra gli 8 e i 10W l'aroma dà il suo meglio.
Giudizio personale: OTTIMO


RY4 Double
Tipo: Dolce/Speziato - Aromi principali: Caramello, Liquirizia.
Già dall'odore della boccetta, il 'Double' si differenzia dal fratello minore, offrendo un delizioso aroma di caramello invece del garofano; si conferma quindi ancora una volta che i vari RY4, anche prodotti dalla stessa casa, hanno in comune solo il nome...
Allo svapo, poi, la sorpresa: il caramello è impreziosito da una nota amarostica di liquirizia nera (avete presente il sapore 'amaro-ma-non-troppo' dei tronchetti di liquirizia Saila?), perfetto complemento dell'aroma base; addirittura, a potenze più elevate, la liquirizia tende a prendere il sopravvento, accompagnando lo svapo in tutte le sue fasi fino all'espirazione. Aroma gustosissimo da svapare senza nicotina in "stile pipa" (senza aspirare); oppure da arricchire con livelli anche alti di nicotina, senza pericolo di indebolire la robusta struttura dell'aroma.
Consigli d'uso (personale): Base bilanciata (50/50); aroma al 4%, nicotina a piacere (0-18mg).
Giudizio personale: OTTIMO


Tipo: Correttore
Lo Smooth è un correttore che va usato per "arrotondare" e dare maggiore corposità ad altri aromi: personalmente, direi che va usato essenzialmente con i tabaccosi, o al massimo con aromi "nocciolosi". Non ha un gusto veramente definibile: si sentono delle spezie secche (in gola), delle note legnose (nel naso) e un tocco dolce e lievemente fruttato (sulla lingua). Per certi versi assomiglia al MTS Vape Wizard di FA, da cui si differenzia soprattutto per l'assenza di note agrumate e per il gusto più deciso. In verità è buono da svapare anche da solo, in quanto la complessità del suo aroma lo rende gustoso di suo. Il bouquet aromatico risulta stabile ad ogni wattaggio.
Giudizio personale: OTTIMO (per mix)


Tipo: Correttore
Il liquido è incolore, inodore e… quasi insapore. In effetti, noi definiamo "sapore" un misto di sensazioni provenienti dalla lingua e soprattutto dal naso; mentre questo correttore è caratterizzato da un gusto leggermente acido (tipo quello delle caramelle dure al limone) che si percepisce esclusivamente sulla lingua durante il tiro. Nessun profumo allo sbuffo, nessun retrogusto in esalazione. E' quindi evidente il suo scopo: serve nei mix agrumati per dare maggior consistenza acida al bouquet complessivo, senza però aggiungere alcun sapore specifico. Idea interessante per un aromatiere professionista, ma noi piccoli chimici casalinghi possiamo tranquillamente vivere senza.
Giudizio personale: DISCRETO (per mix)


Tipo: Fruttato - Aromi principali: Fragola.
La fragola è sempre un po' strana da svapare… Trattandosi di aromi di sintesi, ovviamente il gusto non è "completo", non comprende tutte le componenti del gusto di una vera fragola. Qui siamo di fronte ad un aroma di alta qualità, molto presente e convincente (godibilissimo!) ma il cervello non può fare a meno di associare il gusto non già al frutto, ma alle caramelle e chewingum al gusto di fragola che tutti abbiamo mangiato almeno una volta. Sia ben chiaro: non si parla di quel "gusto di chewingum" chimico che caratterizza spesso i prodotti di scarsa qualità (gusto che per es. si riscontra in alcuni aromi "liquorosi" di Totally Wicked): qui parliamo di un aroma eccellente, pur essendo evidentemente un prodotto industriale.
La resa finale, inoltre, dipende dalla potenza erogata (ottima fino a 7W, meno convincente a wattaggi superiori) e dal contenuto di nicotina (il gusto acre della nicotina mal si concilia con il dolce della fragola).
Consigli d'uso (personale): Base ricca in VG, aroma al 4%, nicotina zero.
Giudizio personale: OTTIMO


Tipo: Dolce/Fruttato
E' un indovinato connubio tra i gusti TPA Strawberry e Sweet Cream; la fresca burrosità della panna unita al gusto dolce e nitido della fragola danno la realistica sensazione di mangiare un gelato di fragola con panna. L'unico accorgimento da adottare è di mantenere basso il wattaggio, altrimenti il gusto diventa più secco e perde di personalità.
Giudizio personale: MOLTO BUONO


Tipo: Dolce
Sin dal primo tiro si nota subito un gusto dolce e burrosissimo, addirittura un po' troppo: dà quella sensazione di "grasso eccessivo" che si potrebbe provare addentando un panetto di burro. Chiarisco che lo Sweet Cream non sa esattamente di burro, è semplicemente un gusto decisamente dolce e grasso; questo forse lo rende poco adatto ad uno svapo prolungato, ma ne fa un ottimo ingrediente per mix dolci, magari in abbinamento con nocciola, cacao e simili.
Giudizio personale: MOLTO BUONO


Tipo: Correttore - Aromi principali: (Dolce)
L'odore della boccetta non promette niente di buono: un profumo dolcissimo, di zucchero puro. Ma allo svapo, questo aroma sorprende: sulla lingua e nel naso dà un'impressione di dolce, senza però avere un sapore tanto caratterizzato da poterlo identificare direttamente. Svolge quindi egregiamente la sua funzione di "correttore", aggiungendo al mix una nota dolce senza coprire l'aroma principale.
Consigli d'uso (personale): Aggiungere ai mix a dosaggio moderato (max 2%).
Giudizio personale: OTTIMO (per mix).


Tipo: Dolce - Aromi principali: Mandorle tostate.
La boccetta sembra mantenere la promessa del nome: mandorla tostata, dura e pura, senza fronzoli. Anche allo svapo la promessa viene mantenuta: la mandorla tostata si percepisce in tutto il suo splendore, soprattutto durante l'esalazione; invece, durante il tiro, si avvertono anche delle compponenti più dolci, che fanno un po' pensare ad un pasticcino a base di mandorle, più che al frutto "duro e puro" avvertito inizialmente all'olfatto. Comunque, poco male: basta aggiungere un paio di watt è le componenti dolci si fanno da parte, e il gusto secco e tostato torna padrone incontrastato della scena. Chi ricerca un aroma "da pasticceria" farebbe meglio ad orientarsi sull'Hazelnut Praliné.
Tirando le somme, per quanto eccezionalmente fedele e gustoso, e per quanto l'aroma sia completo anche svapato da solo, questo sembra comunque più un aroma da mix.
Giudizio personale: MOLTO BUONO.


Tipo: Tabaccoso (estratto) - Aromi principali: Tabacco da sigaretta.
Metodo di preparazione: in 10 ml di PG, sciogliere 2 gocce di Assoluto e una punta di cucchiaino di cristalli di etil-maltolo (se disponibile). Il liquido così ottenuto si può usare come un normale aroma concentrato. Richiede lunga maturazione (1-2 settimane).
Allo svapo, colpisce subito l'aroma di tabacco (spento) da sigaretta, piuttosto intenso, come il profumo di un pacchetto di sigarette di qualità appena aperto. Anzi, fa pensare al sapore (se mai l'avete assaggiato) che si percepisce mettendo in bocca un po' di tabacco da sigaretta. L'aroma è amarostico, con una punta di salato (dovuta all'etil-maltolo) percepibile sulla lingua durante il tiro. Il bouquet è corposo, completo, ben avvertibile sulla lingua, in gola e nel naso in tutte le fasi dello svapo. Dopo l'esalazione residua un pizzicore amarostico alla base della lingua.
All'aumentare del wattaggio, le componenti amarostiche si ammorbidiscono, diventano leggermente acidule e si arricchiscono di un sentore vagamente "nutty"; ma la struttura aromatica resiste benissimo sino alle massime temperature.
La stretta derivazione dell'aroma "M-Type"(con le sue note "nutty") e ancor di più del "Tobacco Blend" (con il caratteristico gusto amarognolo) dal TA risulta evidentissima.
Il TA è assolutamente svapabile da solo; ma anche usato in mix, riesce a conferire ad altri tabaccosi una notevole corposità, a patto di non eccedere con il TA (orientativamente, il TA non dovrebbe superare il 25-30% del mix totale), altrimenti il TA può facilmente prendere il sopravvento sull'aroma principale.
Giudizio personale: BUONO (soprattutto per mix).


Tipo: Tabaccoso - Aromi principali: Tabacco da sigaretta, bergamotto.
Aroma curiosissimo... Asprigno di bergamotto ed amarostico tostato (e caramello?), non passa certo inosservato; il gusto del tabacco combatte per emergere sui due aromi concorrenti, senza riuscirci completamente; comunque c'è quanto basta: di più sarebbe eccessivo; lieve sentore di nocciola ad atom caldo. Rilascia un gradevole profumo anche nella stanza dove si svapa.
Il sapore è molto intenso, in grado di supportare bene la nicotina senza perdersi; un gusto deciso che lascia un certo pizzicore sulla lingua ed in gola dopo lo svapo. Hit modesto a wattaggi bassi; @6,5W prevale sgradevolmente l'amaro del tabacco. @8W, hit più intenso e aroma ancora ben definito; a wattaggi superiori la temperatura stempera troppo l'aroma, che perde di spessore.
NOTA: per il mio gusto personale, l'aroma del Tobacco Blend è assolutamente identico al gusto della base Dirty di Inawera (che però è molto più blanda); alcuni riconoscono nella Dirty un "aroma di posacenere" che io però non riscontro né nella Dirty, né nel Tobacco Blend.
Consigli d'uso (personale): Base ricca in PG, aroma molto ridotto (meno del 2%!).
Giudizio personale: OTTIMO.


Tipo: Tabaccoso (estratto) - Aromi principali: Tabacco da sigaretta.
Metodo di preparazione: Con questo aroma, la cosa più difficile è stata trovare la corretta metodologia di miscelazione, e il giusto dosaggio. Mentre del Tobacco Absolute si sono sprecati fiumi di parole, con il Tobacco Extract ho dovuto andare a tentoni, ma alla fine il risultato è veramente soddisfacente. La prima fase è stata di miscelare il TE puro in acqua distillata: 4 parti di TE e 6 di acqua. Si ottiene così un aroma concentrato in base acquosa che può essere miscelato (come un qualsiasi aroma) in una normale base PG/VG. Io trovo eccellente un dosaggio all'8% (2 gocce per ml).
Allo svapo, durante il tiro si riconosce nettamente il gusto del tabacco trinciato da sigaretta; un gusto leggermente amarognolo, ma non tanto quanto il Tobacco Absolute: il TE è decisamente più morbido e semplice, alcuni lo definiscono "floreale", ma per me è semplicemente tabacco leggero. Però tutto cambia al momento dell'esalazione, quando le note più amare prendono il sopravvento e in bocca rimane il tipico "tanfo" (eh, si!) del fumo di sigaretta. Francamente, al mio palato, risulta talmente realistico che mi disgusta un po': lascia la bocca amara, come quando si fumano un po' troppe sigarette a distanza ravvicinata. Il mio consiglio è di svaparlo a wattaggi intermedi (~8W): a potenze maggiori, il gusto in aspirazione diventa meno realistico, mentre a potenze minori si attenua molto l'effetto fumoso in esalazione.
In conclusione, non saprei esprimere un giudizio netto su questo aroma. Merita un 10 per l'illusione di fumare una sigaretta vera, ma non sono del tutto sicuro che sia questo che voglio...
Giudizio personale: MOLTO BUONO (soprattutto per mix).


Tipo: Tabaccoso - Aromi principali: Tabacco da sigaretta, fiori d'arancio.
Annusando la boccetta, l'odore tabaccoso/noccioloso è ben avvertibile, ma allo svapo il gusto è molto più blando: anche miscelandolo al 6% (1,5 gocce per ml) l'aroma è piuttosto debole, soprattutto a bassi wattaggi. Le note di testa sono morbide e floreali, con una leggera componente tabaccosa accompagnata da aromi collaterali di fiori d'arancio; il profumo noccioloso della boccetta si ritrova a stento in un vago retrogusto, al termine dell'esalazione. A wattaggi medi e alti (> 8,5W) il gusto diventa più intenso e leggermente più secco, risultando più godibile ed equilibrato; il retrogusto noccioloso diventa ben avvertibile solo a potenze molto alte (~10W). La delicatezza del bouquet rende questo aroma inadatto ad essere svapato con un'elevata gradazione di nicotina.
Giudizio personale: DISCRETO.


Tipo: Pseudo-tabaccoso
Definire questo aroma "tabaccoso" è un azzardo: è profumato, dolce, e nonostante il nome è decisamente carente per quanto riguarda l'hit. Non è profumato quanto il Red Type Blend, ma certo di tabacco non se ne sente nemmeno l'ombra. In verità non sono nemmeno sicuro che si tratti di un aroma originale TPA: sul sito ufficiale non si trova, e l'unico sito che lo vende pare sia 123liquids.de. Ulteriore motivo per evitarlo.
Giudizio personale: MEDIOCRE


Tipo: Dolce
E' un gusto dolce, in cui l'aroma della vaniglia -ben presente e riconoscibile- si adagia morbidamente su un letto di pan di spagna, le cui note "da forno" (meno dolci e vagamente tostate) si rivelano maggiormente in espirazione o ad atom ben caldo. La delicata vaniglia, come sempre, ha difficoltà a mantenere integra la propria struttura aromatica se svapata a wattaggi molto alti; però fino a 8,5W ci arriva abbastanza bene, battendo in resistenza tutte le concorrenti.
Giudizio personale: MOLTO BUONO


Tipo: Dolce
Ottimo profumo: dolce e "vaniglioso", ma con una componente bruciacchiata di prodotto da forno. Allo svapo la vaniglia, piuttosto addolcita da una solida componente di crema, mantiene una spiccata componente speziata e piccantina (sembra quasi pepe nero), che però si limita ad impreziosire il bouquet senza coprirlo. Fa da sfondo alla vaniglia un leggero gusto di prodotto da forno che conferisce pienezza di svapo durante tutte le fasi, dal tiro all'esalazione. E' un aroma che andrebbe svapato a basse temperature e con una base ricca di VG, altrimenti le componenti secche e speziate tendono a prendere il sopravvento; però va segnalato che anche a temperature più alte il gusto rimane assolutamente piacevole, pur assumendo note bruciacchiate e piccantine.
Si raccomanda assolutamente una maturazione di almeno 7-10 gg., per permettere alla vaniglia di addolcirsi e svilupparsi correttamente.
Giudizio personale: OTTIMO


Tipo: Dolce
All'olfatto, questa aroma alla vaniglia sembrerebbe meno dolce del Vanilla Custard, avendo una nota acidula, come di crema al limone; ma invece allo svapo il sapore è piuttosto dolce e cremoso, accompagnato da una nota "da forno" simile a quella della V. Custard; e della nota acidula (che sembra essere più mirtillo che limone) rimane solo un piacevole retrogusto in esalazione. Il bouquet ha decisamente carattere, è originale, e differisce sostanzialmente dalla Vanilla Custard per questa componente nitida e fruttata, che si evidenzia maggiormente a temperature più alte. Come tutti gli aromi contenenti vaniglia, si raccomanda una maturazione di almeno una settimana.
Giudizio personale: MOLTO BUONO


Western Flavor
Tipo: Tabaccoso
Da più parti si afferma che il Western è "la versione più concentrata del TNT Booms". In effetti, il profumo è molto simile al Booms classico, ma non identico: non solo perché il Western ha un odore più intenso (essendo più concentrato), ma anche perché ha una certa componente alcoolica ed un timbro aromatico più rotondo, rispetto al Booms.
Anche allo svapo si ritrovano molte similitudini del Western con il Booms (Booms classico, non Reserve), ma ci sono piccole differenze: il Western è mediamente più secco e meno dolce del Booms (sebbene rimanga un tabaccoso molto morbido) ed è presente una leggera nota "etilica" di fondo, che si avverte maggiormente in esalazione. Ho volutamente usato il termine "etilico" invece di "alcoolico" perché questa nota non dipende dall'alcool che in effetti è contenuto nell'aroma concentrato; l'alcool infatti ha un gusto molto secco e tutt'altro che alcoolico, quando lo si svapa; mentre la nota che contraddistingue il Western è evidentemente riconducibile a qualche altra molecola aromatica altamente volatile contenuta nel concentrato, che conferisce allo svapo una sensazione di "evaporazione alcoolica" durante l'esalazione.
Sempre in esalazione  si nota una venatura fumosa e leggermente amarostica che nel Booms è del tutto assente; questa venatura fumosa permane alla base della lingua anche dopo l'esalazione, lasciando una sensazione di leggera piccantezza molto gradevole e "sigarettosa".
Per il resto, il gusto del Western è quasi del tutto sovrapponibile al Booms classico, tanto che in un confronto alla cieca sarebbe molto difficile distinguerli; pertanto, il Western può costituire un validissimo ed economico sostituto del Booms;  oppure, se si ama particolarmente il Booms, le differenze con il Western, pur non eclatanti, sono sufficienti a permettere un'alternanza tra i due aromi, in modo da mantenere elevata la percezione del gusto.
Come intensità di gusto, il Western miscelato al 5% ha più o meno il sapore del Booms classico miscelato al 15%; chi ama i sapori un po' più intensi può arrivare ad un dosaggio del 6-6,5% (corrispondente ad un dosaggio del 18-20% nel Booms), ma suggerisco di non superare questo limite, altrimenti potrebbe diventare un po' pesante da svapare in modo continuativo.
Il Western, come il Booms, può trarre giovamento da una maturazione di circa una settimana, ma già dopo un paio di giorni il gusto è sufficientemente definito da dare una buona soddisfazione di svapo.
Giudizio personale: OTTIMO


Whipped Cream
Tipo: Dolce
Da un aroma alla panna montata non ci si può aspettare granché; ed in effetti Il gusto complessivo è piuttosto insulso: una spiccata nota dolce, accompagnata da una componente che non definirei burrosa, ma piuttosto delicatamente grassa. I primi tiri possono anche essere interessanti, ma presto ci si stanca. Usato in mix ha il pregio di riuscire ad arrotondare il bouquet, riempiendo i "buchi" eventualmente lasciati dagli altri ingredienti, ma al prezzo di una vistosa diminuzione del gusto complessivo: è come aggiungere acqua ad un liquore per abbassarne la gradazione. Quindi, se usato in mix, suggerisco di aumentare leggermente l'aromatizzazione complessiva per compensare.
Giudizio personale: MEDIOCRE


----------------------------------------------------------------


17 commenti:

  1. tempi di macerazione?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I fruttati sono "plug&play" :) , bastano anche 24 ore; i tabaccosi richiedono mediamente una settimana; i cremosi, che contengono vaniglia, invece sono i più ostici: più maturano e più risultano dolci ed equilibrati. Personalmente, li faccio maturare almeno un mese: prima di allora, la vaniglia continua ad avere quel gusto piccantino e speziato che a me non piace. Però so di persone che li fanno maturare anche solo due settimane.

      Elimina
  2. Numenor scusa, io ho preso il famoso assenzio per fare un liquido insieme alla pera di Elixir (ne parlavano bene e già l'odore della boccetta ti stende!)
    Però nella tua introduzione all'aroma assenzio di PA non ho capito bene una cosa, la faccenda di alcol e PG... devo fare qualcosa a quest'aroma, o butto lui e la pera sulla base e attendo?
    grazie infinite, complimenti come sempre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema dell'assenzio TPA è che ne esistono diverse versioni. Il fatto è che l'assenzio è sostanzialmente un olio essenziale, e quindi non si diluisce correttamente nel PG; per questo motivo, il primo aroma creato da TPA era diluito in alcool e si poteva usare come un normale aroma concentrato, senza lavorazioni preventive. Purtroppo però questo aroma, a causa del contenuto di alcool, non poteva viaggiare per nave o per aereo, quindi crearono per il mercato europeo un nuovo aroma, 4 volte più concentrato (il cosiddetto "4x") che invece dell'alcool usava la triacetina. Questo assenzio "4x" è troppo concentrato per usarlo normalmente, e quindi va preventivamente diluito in alcool, al 25%, come indicato nel blog. Raramente gli importatori specificano quale assenzio stiano vendendo, e questo crea confusione; e a complicare le cose si aggiunge la politica di TPA che permette il reimbottigliamento degli aromi, per cui non si ha mai la certezza se l'assenzio che abbiamo comprato è un assenzio 4x, oppure un assenzio tradizionale in alcool, o ancora un assenzio 4x già diluito dal rivenditore. L'unica certezza la si può avere se il boccino è quello originale TPA: sull'etichetta del 4x è chiaramente scritto che contiene triacetina. Tu dove lo hai comprato? E' marchiato TPA? Tra gli ingredienti è menzionato l'alcool o la triacetina?

      Elimina
    2. Mi sono arrivati diversi aromi e mi sono posto lo stesso problema con l'assenzio: il mio sembrerebbe con l'etichetta originale TPA, ma non si tratta del 4x bensì dell' "Absinthe II Flavor" negli ingredienti è indicato il PG e l'alcol etilico, in teoria si può usare così com'è?
      Utilizzandolo in abbinamento ad aromi fruttati che percentuale mi consigli per una ricetta bilanciata?

      Elimina
    3. Sul sito ufficiale si dice che l'aroma "Absinthe II" è sostanzialmente l' "Absinthe" classico, non concentrato, ma meno infiammabile (contiene PG, oltre che alcool) e quindi trasportabile anche per via aerea. Direi quindi non va precedentemente diluito. Sul dosaggio, io comunque sarei sempre cauto: personalmente l'assenzio lo "sento" molto, e quindi in genere non mi spingo oltre l'1%, nei primi esperimenti; poi, si può sempre aggiungere, se eventualmente il gusto fosse poco incisivo.

      Elimina
    4. Grazie tante per la risposta e per l'uilissimo lavoro che fai.

      Elimina
  3. Chiedo scusa per la perdita di tempo. Tra scimmia e shopping compulsivo sono andato in palla: il mio aroma (in arrivo, del resto) non è TPA, ma Decadent Vapours.
    Peraltro, ne ho sentito parlare benissimo proprio in accoppiata con la pera Tsvapo, che ritengo già micidiale per esperienza. Ho tutto per fare l'alchimista, ormai, ti ringrazio comunque perchè è sempre un piacere leggerti.

    RispondiElimina
  4. Ciao, complimenti innanzitutto per tutte le recensioni. Ti volevo chiedere di recensire il Western Cowboy, denominato anche semplicemente Western. E' l'unico tabaccoso che mi piace davvero, tra i vari della Tpa. Ricorda vagamente il Booms della Tnt Vape, ma ha qualcosa di diverso. A volte lo correggo con qualche goccia di caffè della Elixir, di recente l'ho mischiato col Kentucky Usa e il Latakia della Tabaccheria, per trasportarlo maggiormente verso il profumo di un sigaro vero.
    Io prediligo aromatizzazioni toste e usandolo da solo sto sul 10%, ma considera che lo usavo sulla Ego Aio. Sul Kayfun mini v3 non serve andarci così pesante.
    Wattaggi bassi, sul Kayfun mini v3 tra i 12 e i 20 massimo. Su Tsunami non mi soddisfa, l'aroma si deforma appena sopra i 25 watt e ricorda le castagne lesse.
    Ecco, non volevo entrare in questi dettagliati dettagli, in realtà voglio la TUA recensione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se mi capita per le mani, lo recensisco sicuramente :) Anche se ho come l'impressione (finora non confermata) che si tratti di un aroma già esistente, a cui hanno cambiato nome. Mi fa piacere che ti piaccia tanto, anche se i tabaccosi TPA che a me sono piaciuti sono veramente pochissimi: non direi che a TPA i tabaccosi riescano particolarmente bene (i cremosi e i fruttati gli riescono decisamente meglio).
      Intanto, comunque, ti ringrazio della descrizione "dettagliatamente dettagliata" :) che sono sicuro tornerà utile a chi legge questa pagina.

      Elimina
    2. Attendo fiducioso! I tabaccosi della Tpa mi hanno molto deluso, esluso questo. Alcuni non li tollero proprio più, mi ero promesso di riutilizzarli in piccole quantità per correzioni ma mi sa che rimarranno nell'armadio. Per fortuna li ho pagati poco.
      Mi ricorderò del consiglio sui fruttati, grazie!

      Elimina
  5. Ciao: ho una SEGNALAZIONE..!
    Spero possa essere utile.
    Ho acquistato di recente l'aroma "Cinnamon red hot" di TPA.... Lo trovo eccezionale ma, mettendolo in punta di labbra (per assaggiarlo), èl'unico aroma che me le ha seccate all'intante (son due gg che metto burro-cacao)!
    Aggiungo inoltre che è l'unico aroma la cui goccia (subito asciugata) mi ha macchiato definitivamente la tastiera del pc..! Infine, se dalla boccetta una sola goccia cola sulla scritta dell'etichetta, la cancella all'istante..!
    Insomma pare proprio CORROSIVO...(ed io non ho allergie), molto piu' dei classici sfonda-tank segnalati (assenzio, fruttati organici ecc...). Perciò mi domando SE QUESTO AROMA SIA SICURO SVAPARLO !
    Ripeto: è buonissimo (a me poi la cannella piace molto), ma non vorrei certo che fosse "pericoloso": non è che conosci per casoqualcuno che lo possa analizzare? Saluti, Rob.

    RispondiElimina
  6. Ciao, e grazie della segnalazione ��
    La cannella è uno degli aromi più "tosti" in assoluto: non solo perché contiene terpeni molto aggressivi (i liquidi alla cannella sono gli spacca-tank più noti) ma anche perché queste molecole non si diluiscono bene nel PG, e quindi i produttori usano come vettore l'alcool benzilico. Non mi meraviglia che le tue labbra abbiano sofferto al contatto con l'aroma concentrato.
    Sul fatto che sia sicuro svaparlo, direi che fra tutti gli aromi alimentari, la cannella è certamente tra i più problematici: l'acido cinnamico contenuto in questo aroma è infatti notoriamente irritante e può dare fenomeni di intolleranza in soggetti particolarmente sensibili. Ma non mi preoccuperei, perché - come avrai probabilmente notato - questi aromi sono intensissimi e se ne può usare solo una modesta quantità nei nostri mix, quindi la concentrazione nel liquido finale è sempre molto bassa; però l'aroma concentrato, come hai sperimentato, va maneggiato con un minimo di cautela.

    RispondiElimina
  7. Ciao Numenor ho una richiesta.Sono svapatore ormai da 5 anni e non riesco più a trovare l'm-type della TPA in nessun shop. Premetto che in questi anni ho comprato aromi praticamente in tutto il mondo e l mtype insieme a pochi altri era rimasto un must have che faceva parte della mia vita,un compagno che non so proprio come sostituire. Quella componente nocciolosa del sesamo nero... Mi aiuti? Anche trovando un degno sostituto?
    Te ne sarei veramente grato. Un vaper fedele.
    Saluti Fausto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo non posso che dirti di stringere i denti, per il momento. TPA ha interrotto la commercializzazione del M-type da quest'estate a causa della presenza del Tabanone, che pare causi difficoltà con la notifica prevista dalla TPD. Il produttore assicura che presto (ma non specifica quando) verrà messo in commercio un aroma simile, ma senza tabanone, che si chiamerà "Bitter Nut Extra Flavor". Probabilmente il tabanone verrà venduto a parte, in modo che gli appassionati come te possano ricreare il vero M-type. Nel frattempo, se lo trovi, prendi un boccino di Black Sesame Seed (dopo aver letto le mie avvertenze in merito) : lo puoi usare come correttore per tabaccosi, per dare all'aroma un gusto più scuro e noccioloso, come mi sembra piacerti.

      Elimina
  8. complimenti come sempre Numenor, non vedo nessuna recensione riguardo al burro della TPA, che ha detta di molti sembrerebbe un ottimo aroma, ma il tuo giudizio vale più di cento altri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti non l'ho mai assaggiato. Sul sito ufficiale TPA si avverte che l'aroma Butter contiene acetoina ed acetilproprionile, quindi dal punto di vista della "sicurezza" non è migliore dell'eccellente aroma Burro di Flavourart (che contiene diacetile). Pertanto, se fai parte di quegli utenti che vogliono evitare accuratamente queste sostanze, ti sconsiglio di usare il Butter TPA; ma se invece ritieni di voler utilizzare, con moderazione, questi aromi, allora ti consiglio il Burro di FA, che dal punto di vista del gusto è sicuramente eccellente.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...